Reddito di Solidarietà (RES)

Reddito di Solidarietà (RES)

Ai sensi del D.L. 4/2019 istitutivo del Reddito di Cittadinanza, dal 1 marzo 2019 non potranno più essere presentate le domande per ottenere il REI e conseguentemente il RES (come noto ai sensi della L.R 7/18 di modifica della LR 24/16, il RES è divenuto integrativo della misura nazionale).

Il Reddito di Solidarietà (RES), introdotto in Emilia Romagna con la L.R. 24/2016, è una misura di contrasto alla povertà che prevede un sostegno economico erogato alle persone residenti in Emilia Romagna in condizione di grave povertà. È un sostegno economico, erogato nell’ambito di un progetto di attivazione sociale e di inserimento lavorativo concordato, finalizzato a superare le condizioni di difficoltà del richiedente e del relativo nucleo familiare, tramite il coinvolgimento di tutti i componenti del nucleo.

Dal 1° luglio 2018, il RES è una misura che integra il REI - Reddito di inclusione nazionale aumentandone il valore economico.

Il Reddito di solidarietà è concesso dai Servizi Sociali dei Comuni o delle loro Unioni o da Enti da loro delegati alla gestione della misura. Il progetto viene predisposto dai Servizi Sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego e gli altri servizi eventualmente coinvolti, di concerto con i soggetti del terzo settore e della comunità all’interno della quale è inserito il nucleo.

Il Reddito di Solidarietà si integra, anche se le due misure sono mutualmente esclusive, con la misura nazionale di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), disciplinato dal Decreto del 26 maggio 2016 e successivi atti e comunque con la normativa nazionale vigente in materia, aumentando la platea dei beneficiari.

RICHIEDERE L’APPUNTAMENTO

L'appuntamento per presentare la domanda va richiesto presso i PUA, ai quali si accede nei seguenti orari:

LUNEDÌMARTEDÌMERCOLEDÌGIOVEDÌVENERDÌ
Dalle 9,00 alle 13,00 c/o ASSP Via Mazzini, 47 Copparo (FE)Dalle 9,00 alle 13,00 c/o Municipio CopparoDalle 9,00 alle 13,00 c/o Municipio CopparoDalle 9,00 alle 13,00 c/o ASSP Via Mazzini, 47 Copparo (FE)Dalle 9,00 alle 13,00 c/o Casa della Salute Copparo*
Dalle 9,00 alle 13,00 Tresignana località Tresigallo c/o Municipio Dalle 9,00 alle 13,00 Riva del Po località Berra c/o MunicipioDalle 9,00 alle 13,00 Tresignana località Formignana c/o Municipio 
Dalle 9,00 alle 13,00 Riva del Po località Ro c/o Municipio  Dalle 9,00 alle 13,00 c/o Casa della Salute Copparo*

* il PUA presso la Casa della Salute non riceve domande relative a Bonus acqua luce gas, RES, REI.

L’appuntamento serve per presentarsi allo sportello dedicato e permettere all’operatore di inserire a sistema tutte le informazioni richieste dalla domanda di sostegno per il reddito di solidarietà.
L’operatore di sportello compilerà a sistema le informazioni richieste fino al quadro E.
Dal quadro F in avanti la compilazione sarà a cura di INPS.

DOVE PRESENTARE LA DOMANDA

La richiesta del beneficio deve essere presentata ad ASSP, previo appuntamento, da un componente del nucleo familiare mediante il Modulo di domanda di sostegno per il reddito di solidarietà (in allegato).
ASSP valuterà se possibile in sede di inserimento dati, oppure successivamente (entro 15 gg dall’inizio dell’inserimento della domanda a sistema), il possesso dei requisiti autocertificati, quali residenza e cittadinanza.
Per accelerare la verifica e l’invio alla banca dati INPS, si chiede di produrre copia del:

  • permesso di soggiorno
  • ISEE in corso di validità

Se le verifiche sono positive ASSP provvede all’invio ad INPS della domanda e fa sottoscrivere al richiedente le copie della stessa.

BENEFICIO CONCESSO

Il beneficio è concesso bimestralmente in ragione della numerosità del nucleo familiare beneficiario, e l’importo è pari ad 80 euro mensili per ogni componente del nucleo fino da un massimo di 400 euro per nucleo (sotto forma di una carta di spesa ricaricabile). Il beneficio è concesso per un massimo di 12 mesi. L’ente erogatore del beneficio è INPS.

ALLEGATI

Reddito di Solidarietà (RES)

Ai sensi del D.L. 4/2019 istitutivo del Reddito di Cittadinanza, dal 1 marzo 2019 non potranno più essere presentate le domande per ottenere il REI e conseguentemente il RES (come noto ai sensi della L.R 7/18 di modifica della LR 24/16, il RES è divenuto integrativo della misura nazionale).

Il Reddito di Solidarietà (RES), introdotto in Emilia Romagna con la L.R. 24/2016, è una misura di contrasto alla povertà che prevede un sostegno economico erogato alle persone residenti in Emilia Romagna in condizione di grave povertà. È un sostegno economico, erogato nell’ambito di un progetto di attivazione sociale e di inserimento lavorativo concordato, finalizzato a superare le condizioni di difficoltà del richiedente e del relativo nucleo familiare, tramite il coinvolgimento di tutti i componenti del nucleo.

Dal 1° luglio 2018, il RES è una misura che integra il REI - Reddito di inclusione nazionale aumentandone il valore economico.

Il Reddito di solidarietà è concesso dai Servizi Sociali dei Comuni o delle loro Unioni o da Enti da loro delegati alla gestione della misura. Il progetto viene predisposto dai Servizi Sociali del Comune, in rete con i servizi per l’impiego e gli altri servizi eventualmente coinvolti, di concerto con i soggetti del terzo settore e della comunità all’interno della quale è inserito il nucleo.

Il Reddito di Solidarietà si integra, anche se le due misure sono mutualmente esclusive, con la misura nazionale di Sostegno per l’Inclusione Attiva (SIA), disciplinato dal Decreto del 26 maggio 2016 e successivi atti e comunque con la normativa nazionale vigente in materia, aumentando la platea dei beneficiari.

RICHIEDERE L’APPUNTAMENTO

L'appuntamento per presentare la domanda va richiesto presso i PUA, ai quali si accede nei seguenti orari:

LUNEDÌ
Dalle 9,00 alle 13,00 c/o ASSP Via Mazzini, 47 Copparo (FE)
Dalle 9,00 alle 13,00 Tresignana località Tresigallo c/o Municipio
Dalle 9,00 alle 13,00 Riva del Po località Ro c/o Municipio
MARTEDÌ
Dalle 9,00 alle 13,00 c/o Municipio Copparo
MERCOLEDÌ
Dalle 9,00 alle 13,00 c/o Municipio Copparo
Dalle 9,00 alle 13,00 Riva del Po località Berra c/o Municipio
GIOVEDÌ
Dalle 9,00 alle 13,00 c/o ASSP Via Mazzini, 47 Copparo (FE)
Dalle 9,00 alle 13,00 Tresignana località Formignana c/o Municipio
Dalle 9,00 alle 13,00 c/o Casa della Salute Copparo*
VENERDÌ
Dalle 9,00 alle 13,00 c/o Casa della Salute Copparo*

* il PUA presso la Casa della Salute non riceve domande relative a Bonus acqua luce gas, RES, REI.

L’appuntamento serve per presentarsi allo sportello dedicato e permettere all’operatore di inserire a sistema tutte le informazioni richieste dalla domanda di sostegno per il reddito di solidarietà.
L’operatore di sportello compilerà a sistema le informazioni richieste fino al quadro E.
Dal quadro F in avanti la compilazione sarà a cura di INPS.

DOVE PRESENTARE LA DOMANDA

La richiesta del beneficio deve essere presentata ad ASSP, previo appuntamento, da un componente del nucleo familiare mediante il Modulo di domanda di sostegno per il reddito di solidarietà (in allegato).
ASSP valuterà se possibile in sede di inserimento dati, oppure successivamente (entro 15 gg dall’inizio dell’inserimento della domanda a sistema), il possesso dei requisiti autocertificati, quali residenza e cittadinanza.
Per accelerare la verifica e l’invio alla banca dati INPS, si chiede di produrre copia del:

  • permesso di soggiorno
  • ISEE in corso di validità

Se le verifiche sono positive ASSP provvede all’invio ad INPS della domanda e fa sottoscrivere al richiedente le copie della stessa.

BENEFICIO CONCESSO

Il beneficio è concesso bimestralmente in ragione della numerosità del nucleo familiare beneficiario, e l’importo è pari ad 80 euro mensili per ogni componente del nucleo fino da un massimo di 400 euro per nucleo (sotto forma di una carta di spesa ricaricabile). Il beneficio è concesso per un massimo di 12 mesi. L’ente erogatore del beneficio è INPS.

ALLEGATI